Come rootare il tuo telefono o tablet Android

Hexamob - 10/31/2012

Cosa significa ROOTARE?

Rootare o root è il processo che consente agli utenti di smartphone Android, tablet e altri dispositivi di ottenere l'accesso root o superuser per il proprio dispositivo.

Questo significa che gli utenti possono accedere a tutte le caratteristiche dei loro dispositivi Android.

Il root è spesso eseguito al fine di superare le limitazioni che i produttori di hardware o di operatori di telefonia mobile hanno messo su alcuni dispositivi.

Così, dopo il root di un dispositivo Android, l'utente ha la possibilità di modificare o sostituire le applicazioni di sistema, agire sulle funzioni di sistema che sono normalmente sono inaccessibili, cambiare la ROM del vostro dispositivo (il software di default presente nel dispositivo) , eseguire applicazioni specializzate che richiedono l'accesso come amministratore o eseguire altre operazioni che altrimenti sarebbero inaccessibili per un normale utente di Android.

Essere superuser permette di eseguire praticamente qualsiasi modifica al vostro dispositivo. In Android, dopo il root, gli utenti sono in grado di eseguire una completa rimozione e la sostituzione della versione del sistema operativo del dispositivo, in modo da poter eseguire l'aggiornamento a una versione più recente del sistema operativo attuale, conosciuto come ROM personalizzata.


Passi da seguire per l'utilizzo di questa guida

Per conoscere la procedura esatta per diventare utente root sul vostro dispositivo la prima cosa da fare è cliccare su uno dei pulsanti blu con il nome di SELEZIONE DEL DISPOSITIVO.
Questo vi porterà a una procedura guidata che consente di selezionare da una lista il nome del produttore, il nome del modello e la versione di Android del dispositivo.

Una volta individuato il dispositivo viene visualizzata una tabella dove sono presenti i diversi metodi specifici di rootare per il vostro terminale. Se è necessario installare i driver del dispositivo sul PC, è possibile trovarli in questa tabella.

Se il dispositivo non dispone di metodi Rootare nel nostro database, inviaci il produttore, il modello e la versione di Android presente sul dispositivo utilizzando il modulo che potete trovare cliccando su "Aggiungi nuovo dispositivo Android" o nel menu in alto e lo includeremo nella lista il più rapidamente possibile.

Preparazione per il processo di Rootare

  • Il primo passo per rootare il tuo dispositivo Android consiste nell'assicurarsi di avere la batteria completamente carica o quasi.
  • Dopodiche si deve verificare che sia attiva l'opzione "Modo di debug USB". Per farlo andare in "Impostazioni>Applicazioni>Sviluppo" se si ha la vesione di Android 2.1 o2.2. Nelle nuove versioni, invece, si trova in "Impostazioni>Opzioni di sviluppatore".
  • Collega il tuo dispositivo al PC per rootarlo.

Questo è necessario solo se richiesto dal metodo di root del tuo dispositivo. Se si roota il dispositivo tramite un'applicazione APK (applicazione che va installata nel dispositivo) non è necessario.

A seconda del metodo di Rootare selezionato può essere necessaria l'installazione di alcuni software addizionali per far si che il metodo di rootare termini correttamente. Per esempio, potrebbe essere necessario installare l' SDK di Androd.Android SDKTutti questi dettagli sono comunque specificati nella guida di rootare che ti indichiamo per il tuo dispositivo Android.


Vantaggi di essere root

  • Permette le personalizzazioni del sistema in tutti i suoi punti, come l'installazione di ROMs personalizzate (Custom roms)
  • Permette di essere aggiornato sempre all'ultima versione di Android in quanto le ROMs personalizzate vengono pubblicate con versioni più attuali di quello utente.
  • Permette di eliminare le applicazioni di sistema presenti nel telefono e molte volte non utilizzate dall'utente.
  • Permette l'esecuzione di applicazioni con caratteristiche tecniche che necessitano un super utente per essere eseguite (Hexamob Recovery PRO, Titanium Backup, Rom Manager, SetCPU, etc…)
  • Permette di ottenere un miglior rendimento del dispositivo Android in quanto sia le roms personalizzate, che le app come setcpu danno la possibilità di modificare il rendimento richiesto dal dispositivo Android.

Svantaggi di essere root

TL'unico svantaggio del rootare è che si perde la garanzia di fabbrica, anche se solo in parte in quanto secondo le leggi europee la garanzia di 3 mesi deve essere garantita comunque. E qualunque problema hardware dovrà comunque essere risolto dalla fabbrica.I metodi di root che offriamo nel nostro data base sono affidabili, semplici e vari.

Esistono altri tipi di metodi di rootare che sono più adatti ad utenti di Android avanzati, per esempio metodi di rootare mediante flash con Odin o Heimdall. Questi metodi di rootare mediante flash non sono raccomandati per utenti normali in quanto un uso errato da parte di questi possono rendere il dispositivo Android inutilizzabile, conosciuto anche come briked.

Perciò, è nostra intenzione offrire strumenti che ti permettano di ottenere i permessi di superuser o root sul tuo dispositivo Android mediante guide di rootare semplici e tramite il nostro aiuto di ricerca. Speriamo che possa esserti utile e che approfitti di tutti i vantaggi di essere root sul tuo smartphone o tablet.

Come rootare il tuo telefono o tablet Android